giovedì 30 settembre 2010

puzzle (3)

{due cose. numero due cose. una scritta. una fatta. la chiamano vendetta. ma non placa. puoi pugnalarmi, offendermi, mordermi. ma la vendetta non placa. non ti placa. per questo non la scelgo. la lascio a te. te l’ho lasciata. laddove ho sbagliato son stata solo io, in carne ed ossa. laddove hai sbagliato io non saprei dire chi tu fossi. non saprei più dire chi sei. }

mare 2010 4

mare 2010

Ritorno a capo. Senza capo e nemmeno coda. Punto a capo. Con una giornata vissuta in meno e tanta, tantissima vita in più. E addosso l’odore del mare, niente altro. Ripartire da lì. Dal sale, il silenzio sui timpani facendo il morto a galla, le dita ad appuntare urgenze, le mie. Il sorriso come esplodesse. La bellezza che cura. Ritorno a capo. Punto a capo. Senza capo e nemmeno coda. Niente e nessuno. Solo me. Non a mani alzate, ma con le braccia spalancate.

[Cose di mare (1) ]

Nessun commento:

Posta un commento