domenica 23 gennaio 2011

fra parentesi

 

un bambino sa cosa vuole. che sia giocare, fermarsi, mangiare, bere, piangere. lui vuole giocare, fermarsi, mangiare, bere, piangere. se un bambino guarda il mare vede il mare: non il futuro, un riscatto, la poesia. lui vede il mare. tutti questi adulti che cercano di salvarsi tornando bambini hanno dimenticato che un bambino ha le idee molto più chiare di loro. un bambino non storpia la realtà. magari la reinventa, la colora, ma non la mortifica. i bambini mentono,   apprendono i modi della menzogna dagli adulti.  e chi ha già mentito non può re-imparare l'onestà. è come una macchia, una cicatrice che non si lava via con le buone intenzioni.

ipse dixit. e buonanotte.

varie gennaio 047

Technorati Tag: ,,

5 commenti:

  1. hai ragione, DV,
    i bambini stanno in se stessi,
    senza andare altrove. il tanto celebrato "qui e adesso" appartiene a loro.

    C'è qualcosa però che redime il nostro mondo adulto, così complicato e affannoso: il fatto che già da piccolissimi i bambini possiedono naturalmente, in germe (per carità), tutti i connotati che fanno di noi adulti quello che siamo.
    i bambini, oltre ad essere meravigliosamente aperti al mondo, mentono, sono egoisti, sono litigiosi, hanno forte il senso del possesso. Per natura fanno il male, ma li salva, li fa santi, perché santi sono, per l'appunto quel loro "qui e ora", cioè il fatto di essere se stessi, anche in negativo, senza strutture morali di sorta.
    A loro è consentito essere se stessi.
    A noi adulti no.
    Una volta acquisite le strutture, ci è chiesto di rispettarle.
    Forse dovremmo essere più indulgenti nei nostro confronti.
    Dirci, come facciamo con i bambini, che abbiamo la possibilità di esser santi nonostante la nostra innata attitudine al male.

    p.s.: scusami, in genere non prendo tutto questo spazio. E in realtà l'argomento ne meriterebbe di più.

    RispondiElimina
  2. hai colto perfettamente il valore di queste righe. e ti ringrazio per le tue parole.
    la mia chiusa era volutamente Dura: purtroppo troppi sono gli adulti che scusano le proprie meschinità in nome della purezza del rimanere bambini. salvare il bambino di noi non può voler dire NON crescere mai. credo che almeno noi, che ne stiamo parlando, lo abbiamo capito.
    non scusarti dello spazio preso, non qui: già ci costringono i muri.. :)

    RispondiElimina
  3. è che secondo me i bambini in quell'istante non sanno decodificare quel grande dono. mistero della vita. bellissimo, mistero della vita.
    buona settimana
    d.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. no, non lo sanno. ma noi sì, noi lo sappiamo.. :)
    buona settimana anche a te d.!

    RispondiElimina