martedì 8 febbraio 2011

tu / ut

 

"Tu sei tu. Perché per me tu sei tu". Tu: pronome. E se nel dirlo già ti davano la schiena, era pronome del niente, più o meno.

Capita che alle cinque del mattino un amico ti scriva due righe perché la sera prima non è riuscito a salutarti come si deve. Si mette lì e ti scrive. Tu: pronome. "E' stato bello vederti". Pronome di un profumo, delle cose quando sono vere per forza di cose.

"Ti voglio bene". Io voglio bene a te. Te lo senti dire e ti guardi le mani, poco dopo. Le guardi e sono pulite. Sorridi, per quel bene denso e le tue mani pulite. Non sporcarsele è servito. Sollevare, sostenere, accompagnare: è servito osare le mani in un groviglio di stima e attese. Stringono il volante e sono mani pulite. Ti conforta pensare che continueranno ad esserlo.

"Mi manchi". Io sento la tua mancanza. Poi magari uno lo sa, lo ha chiaro e bene a memoria che lì ci si manca per davvero. Ma sentirlo, leggerlo, averne una prova tangibile, messa nero su bianco, beh, prende il Tommaso che c'è in te e gli da un bel calcio in culo. (Ecco Tommaso, adesso ficcaci il naso e poi vai a dormire sereno!).

"No, perché tu invece quella volta cosa hai fatto? Eh?". Tu. Accusativo. Capita a tutti. Rivendicare il diritto all'errore in nome dell'errore già belle che compiuto. Ordunque, se continuiamo così finiamo arrampicati a un fico da cui mai più riusciremo a scendere. Ragioniamoci.

06 febbraio 007 06 febbraio 008

06 febbraio 014

A tu per tu con il tu che sei. Questo sei. Questo ti tocca. Bene o male che vada, è lì che torni. A tu per tu con il tu che sei. Accusativo, propositivo, paraculo, perculato, saggio, sciocco, solo, amato. A volte non ci si pensa, neanche fossimo il nostro stesso qui pro quo, un qui qualunque al posto del quo che invece ci sarebbe stato a pennello. Diciamolo, diciamocelo allo specchio: "do ut des, io do affinché tu dia. E se non ti levi alla svelta quella faccia da schiaffi ti lascio uscire di casa senza trucco e parrucco e poi vediamo chi ride". Funziona. E se non dovesse funzionare, almeno saprete di averci provato.

Nessun commento:

Posta un commento