domenica 5 giugno 2011

dilapidare la gioia

 

Domenica mattina. Quattro donne. Tutto accade in fretta, molto in fretta. Il lento risveglio dal sonno si è già consumato, la caffeina è entrata in circolo, la memoria trema. Si consuma così la migliore ora inutile e necessaria di questo duemilaundici. Necessaria, porco giuda. Spesa a DILAPIDARE LA GIOIA. La gioia di riconoscersi, nel gergo, nel desiderio, nei balzi delle intelligenze che ridono di cuore. Complici Ivano Fossati e Claudio Baglioni, la pasta di grano duro (e non una pasta a caso), Cristiano Godano e Daniele Silvestri, l'inverno assassino e la Norvegia. Una va in bagno a cantare e loro lo sanno. Cose da pazzi. Quattro imbecilli straordinarie dislocate a quattro tavoli diversi di quattro posti diversi hanno le lacrime agli occhi dal ridere, tutte e quattro per le stesse identiche ragioni. Io dico che è un miracolo. Io dico che la fortuna è quella roba qui. 

Buona domenica. La nostra ce la siamo condita di buonumore. Viene via gratis, delle volte. E ti salva la vita.

 

"stream of consciousness.

treni / mutande / maccaroni / Baglioni.

la rima è puro caso.

qui siamo professioniste: Camilla, Marilena, Germana"

 

2 commenti: