venerdì 22 giugno 2012

'nuit (4)

 

Buonanotte.
Buonanotte al gelato allo yogurt, ai cani grandi e a quelli piccini, alle zucchine che sono nate cetrioli, alle recite, alla signora bassa che abbaia, alle mani che ti diventano necessarie, al Lexotan, alla fatica, al vento delle undici di sera.
Buonanotte ai nomignoli, alle bugie, alle sfumature, a quando oggi sarà ieri (e meno male), alla pazzia, alle cose rimandate e al loro destino di sputi, al silenzio del telefono, ai nomi e cognomi nello zaino dei se.
Buonanotte all'ultima Marlboro di giovedì, al giorno lungo, il più lungo, alla sua luce densa e appiccicosa, alle ginocchia che scricchiolano, al riso in insalata e  al copriletto marrone.
Buonanotte.
Sono giorni che è un giorno solo e i mesi un dettaglio. Su tutto, come fosse ombrello, una gran voglia di mare. Stiamo a vedere.

Nessun commento:

Posta un commento