lunedì 2 maggio 2011

sproloquiare (pallido e assorto?) _ 2

 

Non è la fatica è lo spreco che mi fa imbestialire ( cit.) . Lo spreco. E io ho sprecato tanto, troppo. Ho sprecato sentimento ed energia per gente malsana, uomini piccoli, amiche fameliche, faccendieri del Noi. Gente che poi te la ritrovi ovunque, che si è impossessata dei tuoi luoghi, che fruga fra le tue piaghe, nelle pieghe dei tuoi abiti fatti su misura. Gente che ride, a ripensarci. Io no. Io non rido. Non più. Non rido perché voglio ricordarli, quel sentimento e quell'energia. E voglio provare a non averli sprecati invano. Si fa fatica, ma non importa. Ne ho già fatta a quintali. Un chilo in più non cambia niente. Ancora un pochino di fatica per non permettere a certe borie di macchiarmi la pelle. Ho i miei nei e mi bastano. Ho il mio linguaggio, mio perché ho provato a farmelo da sola. E se ho dei debiti di riconoscenza (sempre sacro sia il culto dell'amorevole condivisione) non ho mai lesinato in gratitudine. Ho le mie ferite, quelle che bene o male si portano dietro tutti, e quelle sono fatica, storia, e per questo le amo, non mi fanno imbestialire. Non sono la brutta copia di nessuno e non permetterò più che si provi a farmi credere il contrario. Sono imperfetta e tutta una lacuna ma non frugo nei bagagli altrui per portarmi a casa (vana) gloria. C'è stato chi diceva di dovermi difendere, di dover difendere, in qualsiasi modo, l'unicità che rappresentavo. Peccato che poi siamo tutti unici alla stessa maniera e si fa sempre in tempo a difendere altro. C'è stato chi ha taciuto quando era il caso di parlare e non ha saputo starsene in silenzio quando il silenzio avrebbe detto l'unica verità decente. Tutto quel mio che diventa nostro e quel loro che rimane loro mi ha un tantinello frantumato i maroni. Perché tutto quel mio è andato sprecato e se ne poteva fare a meno. M'accuso, sia ben chiaro. Non accuso nessuno. M'accuso perché a mettermi in saldo son sempre stata io e,si sa, l'arte dell'acquisto a basso costo non attrae solo i signori dello shopping. Attrae di tutto. Partendo dai ladri, arrivando ai buffoni: di tutto. Delle volte solo per una forma malsana di buona educazione. Delle volte per demenza giovanile. Delle volte per gola. Messa lì in saldo senza nemmeno contare il 20% d'IVA che bene o male ti toccherebbe accantonare. Basta! Inutile girarci intorno: sarebbe bello ridere di Noi, di tutto il tempo rubato al nostro tempo a venire. Noi. Sarebbe bello. Mi impegnerò affinché risulti un pochino più semplice. Sprecando meno. Rivalutando il costo almeno dell'IVA.

p.s. Prima di ognuno c'è stato qualcuno che ha fatto di più e magari meglio di così. Ma è il dettaglio, a contare. La contingenza. L'onestà intellettuale. E se anche non hai spaccato il culo ai passeri con l'idea che rivoluzionerà il mondo, non per questo non devi difendere quello che sei e come hai deciso di esserlo. Tu. Difenderti. Guardandoti bene da chi dice di volerti difendere e poi era tanto per dire.

CIMG1894

Technorati Tag:

4 commenti:

  1. Sentimenti che condivido.. nella mia vita ciclicamente appare qualcuna che in qualche modo crede di essere me.. e queste tipe me le ritrovo a far le mie passioni, a essere stranamente attratte da quello che mi piace etc... E' che la gente non ha un cazzo di personalità.

    Anche tu meriti un piccolo principe che ti curi come lui curava la sua rosa.
    Te lo meriti molto.

    Serena :*

    RispondiElimina
  2. Le Petit Prince. Insegnassero lui, la sua storia, ai catechismi della vita. :)

    RispondiElimina
  3. Ma il ritratto in basso a sinistra è un mix micidiale tra l'attore di American Beauty e Marco Liorni? A parte ciò io aggiungerei solo che forse tutto spreco non è ma una forma di democratica generosità che trasforma lo spreco dell'energia unica e irripetibile di chi è come te. Trasforma in dispersione democratica: darne anche a chi non merita è mettere un seme di bellezza ed evoluzione in un suolo non fertile: "hai visto mai" (come si dice a Roma) che cresca per miracolo qualcosa.

    RispondiElimina
  4. "hai visto mai"!
    mi piace DISPERSIONE DEMOCRATICA. lo sapevo! questo post catartico avrebbe aperto porte di ottimismo! questo non è spreco! indi, niente è stato buttato via. tutt'al più reinvestito!
    un bacio alessandra!

    RispondiElimina