cookiebot

domenica 22 aprile 2018

la casa di sassi #centododici #2018


Mi manca la casa di sassi. Mi manca il mio luogo. Mi manca la faccia che mi veniva quando arrivavo lì. Mi manca portarci chi amo, che chi amo tanto aveva il diritto di sapere cosa posso essere, come. Mi manca averla ADESSO, ora che sono più grande, meno incantata dalle favole eppure sempre tenuta al guinzaglio da sogni mastodontici e delicatissimi. Mi manca quell'aria, l'odore di prato mentre salivi la scalinata lunga che teneva fra i lastroni il sudore di papà. Mi manca ogni angolo che diceva NONNO, amore, CASA, sacrifici, libertà, LEMIEMADRI, il fico dai fichi neri, le uova delle galline di prima e il prendere semplicemente il sole di poi. Mi manca l'innocenza di quel credersi eterni che respirava lì, proprio lì, davanti al Legnone e dietro a una storia lunghissima, di persone straordinarie, sia nel bene sia nel male. Vernice erba birra, il tempo fermo, fermato, giorni capaci di durare settimane, aspettative risate pianti, il cane capra, le stanze sfatte, l'oleandro, quella cazzo linea dell'orizzonte, stretta stretta ed infinita insieme. Mi manca che sapeva, quel posto sapeva, scegliere chi e cosa aveva senso tenersi accanto. La mia Africa, la mia Irlanda, il mio mondo con dentro tutto il mondo, da cui viaggiare stando fermi, in cui portare i miraggi solo a sfogliare pagine, a rigirarle scriverle ricordarle. Mi manca scappare lì. Che delle volte una fuga è la sola cosa che occorre e avere un posto in cui fuggire è una ricchezza immensa, incommensurabile, rara. Poi di posti uno ne trova altri e li riempie di persone invece che di sassi. E magari c'è il mare, lì, dove scappi. O semplicemente gente coi riccioli o certi occhi che ti hanno preso l'anima e l'hanno messa al sicuro. Un modo lo si trova sempre, una casa no, quella no. Alla fine posso dire che la mia casa mi manca perché ne ho altre, non è una prigionia. Però non poterci portare chi ho scelto per vivere la vita mi mette un po' di malinconia e di domenica è più semplice dire la malinconia. Chissà perché.



Nessun commento:

Posta un commento